Dott. Nicolò Gastaldi

Psicologo

Dott. Nicolò Gastaldi

Nel 2011 ho conseguito la laurea in “Scienze e Tecniche Psicologiche” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, per poi completare il percorso di studi universitari con la Laurea Magistrale in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Bergamo.
Durante questo percorso ho collaborato e acquisito esperienza in diverse strutture accreditate al Sistema Sanitario Nazionale come:

• CPS (servizi per la salute mentale e psichiatria);
• SERT (servizi per le tossicodipendenze); 

• Consultori familiari (area Tutela minori e Centro per le adozioni nazionali e internazionali);
• CSRTA (Centro Semi-Residenziale Terapeutico per Adolescenti).

Conclusa l’Università ho deciso di iscrivermi subito ad una scuola quadriennale di specializzazione in Psicoterapia  per arricchire la mia formazione con conoscenze e strumenti di lavoro maggiormente pratici e specialistici. Attualmente sono specializzando Psicoterapeuta presso l’Accademy of Behavioural Sciences (AcaBS) di Brescia, scuola che integra un approccio cognitivo-comportamentale classico con tecniche terapeutiche di nuova generazione. Ho scelto questo approccio poichè permette un tipo di intervento pratico, strutturato e concreto oltre ad essere definita come una delle terapie elettive, attendibili ed efficaci nel trattamento di numerose problematiche psicopatologiche. Partecipo assiduamente a seminari e convegni formativi per essere sempre aggiornato sulle tematiche della Psicologia e della cura della persona, questo mi permette di offrire una competenza rivolta alle necessità e al rispetto dell’unicità di ogni singolo individuo.  

Sono iscritto all’albo degli Psicologi della regione Lombardia ( sez. A iscrizione Num. 19398 )

A chi mi rivolgo

Il mio intervento è rivolto principalmente ad adulti, adolescenti e coppie che nel proprio percorso di vita stanno attraversando un periodo di difficoltà emotiva e relazionale o, più semplicemente, sentono il bisogno di esplorare e trattare determinate tematiche per loro significative. Tutto questo è possibile con il supporto psicologico di un professionista della salute* che è in grado di mettere a disposizione un ambiente d’ascolto strutturato, empatico e non giudicante.

*A seguito dell’entrata in vigore della Legge N.3/2018 (c.d. “Legge Lorenzin”) lo psicologo è stato inserito nel novero delle professioni sanitarie 

Di cosa mi occupo

Disturbi d’Ansia

Attacchi di Panico

Fobie

Disturbo Ossessivo Compulsivo

Dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, internet, pornografia)

Disagio legato all’orientamento sessuale o all’identità di genere

Disturbi dell’umore e problematiche depressive

Difficoltà nella relazione di coppia (conflitti, dipendenza affettiva)

Problematiche di bassa autostima e insicurezza interpersonale

Comportamenti a rischio in adolescenza (sessualità, bullismo, sostanze)

Supporto a familiari e pazienti con patologie croniche

Lutto e separazione

Tipi di intervento

L’intervento psicologico può svilupparsi all’interno di molti ambiti e strutturarsi secondo diversi aspetti metodologici.  Tutto questo sulla base delle esigenze che emergeranno durante la fase conoscitiva nel primo colloquio, della motivazione personale e degli obiettivi di percorso, che verranno stabiliti con l’aiuto dello Psicologo.

Consulenza

All’interno di una Consulenza Psicologica si possono affrontare problematiche specifiche e circoscritte ad un determinato ambito di vita della persona. Sono comprese tutte le attività caratterizzanti la professione psicologica: l’ascolto, la definizione del problema e la sua  valutazione clinica. Tutto ciò è necessario alla formulazione dell’eventuale e successiva diagnosi. Lo scopo è quello di sostenere, motivare, abilitare o riabilitare il soggetto all’interno della propria rete affettiva, relazionale e valoriale, al fine di esplorare difficoltà relative a processi evolutivi o involutivi, fasi di transizione e stati di crisi legati ai cicli di vita, rinforzando capacità di scelta, “problem solving” e cambiamento.

Sostegno Psicologico

Il Sostegno Psicologico è un tipo di intervento più continuo che riguarda persone con sintomi psicopatologici lievi che producono stress o malessere in diverse situazioni di vita. Il sostegno psicologico si realizza quindi in tutti quei casi entro i quali si ritiene opportuno garantire continuità e contenimento ad una data condizione. L’obiettivo di questo intervento è il miglioramento della qualità di vita dell’individuo e degli equilibri adattivi in tutte le situazioni nelle quali ciò si rileva opportuno, sviluppando e potenziando i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione. Per fare questo è utile ricorrere alla stesura del bilancio dei fattori problematici, delle risorse, dei bisogni e delle aspettative del soggetto, nonché delle richieste e delle risorse dell’ambiente.

Tecniche Cognitivo-Comportamentali

Quest’ultimo racchiude una serie di interventi di carattere “espressivo”, con lo scopo cioè di aprire alla persona la strada verso la comprensione cognitiva ed emotiva delle origini e dei significati dei propri comportamenti e  pensieri disfunzionali. La Terapia Cognitivo-Comportamentale è rivolta alla risoluzione dei sintomi e delle loro cause, conseguenti a psicopatologia, disadattamenti e problematiche interpersonali. Con l’aiuto dell’alleanza terapeutica si può giungere ad una migliore realizzazione di se stessi attraverso le proprie capacità e potenzialità, all’aumento della conoscenza di sè e all’accettazione dei propri limiti. L’obiettivo di una buona terapia è quello di produrre cambiamenti più strutturali e duraturi nel corso del tempo oltre che favorire gradualmente la diminuzione della sofferenza psicologica.

? Domande ? 

Nel momento in cui una persona decide di contattare uno Psicologo può trovarsi di fronte ad alcuni dubbi o “credenze” che potrebbero essere fuorvianti e fonti di preoccupazione. Vediamo di rispondere ad alcune di queste domande:

Stop ai pregiudizi! 

Siamo stati abituati a credere che dallo Psicologo ci vadano i “matti” o le persone “deboli” di carattere… Niente di più sbagliato! Anzi, essere consapevoli di un proprio stato di malessere e voler affrontare la cosa significa, secondo me, essere responsabili e coraggiosi, oltre che voler superare i propri problemi prendendosi cura di se stessi.

Per iniziare…

Durante la prima seduta ci si conosce reciprocamente, la persona è libera di esprimersi riguardo a qualsiasi domanda o perplessità e lo psicologo può iniziare a raccogliere tutte le informazioni necessarie riguardo, ad esempio, al disagio riportato, alle risorse personali, al contesto di vita e al grado di motivazione per attivare un percorso psicologico.

Cosa NON aspettarsi

È bene chiarire che lo psicologo non può (e non deve) sostituirsi alla persona che si rivolge a lui ma piuttosto essere un punto di riferimento fondamentale per poter comprendere assieme che cosa può aiutare a stare meglio. Un buon professionista dovrebbe saper condurre a “creare” le proprie soluzioni e a mettere in atto le scelte migliori per il benessere della persona.

Durata del percorso

La durata di una terapia e la cadenza degli incontri vengono decisi di comune accordo nella fase iniziale della consulenza. È difficile stabilire a priori quanto possa durare una terapia poiché essa non è un “pacchetto” uguale per tutti e dipende dalle problematiche portate, dalle specificità della persona e dagli obbiettivi che si vogliono raggiungere.

Psicologo o counsellor? Differenze

Per diventare Psicologo è necessario essere laureati e superare un esame di stato per l’iscrizione all’albo degli Psicologi, oltre che sostenere lunghi periodi di tirocinio professionalizzante. La figura del counsellor, invece, non è regolamentata da nessuna normativa, né per quanto riguarda il percorso formativo, né per la natura dell’attività professionale.

Libertà di scelta e Privacy

Puoi interrompere il percorso in qualsiasi momento anche se è preferibile parlarne con lo Psicologo nel corso di un’ultima seduta. Infine è bene ricordare che ciascun dato sensibile o informazione trasmessa sarà trattata nel rispetto della privacy e del segreto professionale così come riportato nel codice deontologico degli Psicologi Italiani.

Articoli recenti

I giovani e i pericoli di internet: il cyberbullismo.

In questo articolo cercherò di tracciare un breve prontuario per genitori ed insegnanti che sempre più spesso si trovano ad affrontare il fenomeno del cosiddetto “cyberbullismo”. Vediamo insieme cos’è… Con[…]

Continua
5 Giugno 2019 0

Un fattore di rischio per dipendenze comportamentali e abuso di sostanze: l’Alessitimia

Il costrutto dell’Alessitimia(dal greco “A” mancanza, “Lexis” parola e “Thymos” emozione: letteralmente “non avere le parole per le emozioni”) nasce negli anni 70 dall’osservazione di pazienti con disturbi psicosomatici per[…]

Continua
7 Aprile 2019 0

“Date al dolore la parola;
il dolore che non parla, sussurra al cuore oppresso e gli dice di spezzarsi.”

William Shakespeare

Contatti

 Cell:  +39 351 97 71 809*

 mail: info.gastaldipsicologo@gmail.com

  dove ricevo: “Studio Bezzecca” – Via Bezzecca, 10
Brescia (BS) 25128



Possibilità di consulenza a distanza via “Skype”
previo contatto telefonico o e-mail.

*in caso di mancata risposta verrete ricontattati il prima possibile.


.

.  .